SINTOMI LEGATI AD UN COLON TOSSICO di Vanita Monica Albergoni

SINTOMI LEGATI AD UN COLON TOSSICO di Vanita Monica Albergoni

SINTOMI LEGATI AD UN COLON TOSSICO di Vanita Monica Albergoni

SEGUI LA PAGINA DIGIUNI e DETOX
di VANITA MONICA ALBERGONI

AL LINK

Un sovraccarico tossico nel colon porta a dei problemi che apparentemente sembrerebbero non legati come problemi di pelle, di dolori articolari, di problemi di sinusiti, di varici, amnesie, irritabilità, depressione, problemi di sterilità, d' erezione, ecc., solo per citarne alcune. Infatti, un colon "difettoso" è all'origine di centinaia di cossiddette malattie.

La maggior parte delle persone pensano spesso che i loro problemi di salute non hanno niente a che vedere con il colon perchè si manifesta in un'altra parte del corpo. Per esempio, un colon sovraccarico può fare una pressione sui nervi e provocare dei mal di schiena, delle sciatiche e dei dolori alle gambe, in quanto è situato vicino ai nervi della colonna vertebrale. Un colon in disordine può liberare delle tossine che si incamminano verso altre parti del corpo e provocare dei mal di testa o dei raffreddori piuttosto che delle sinusiti. Anche se andiamo in bagno ogni giorno, questo non significa che il colon non sia ingombro.

I sintomi che vi indico sotto sono il più delle volte associati ad un colon intasato. Non avrete per forza di cose tutti questi sintomi assieme, ma può essere che ne avete già vissuti alcuni. Saprete da ora, che significa che bisogna fare pulizia!

* stitichezza cronica * pancia gonfia
* gas e gonfiori * Candida albicans
* Diarrea * Parassiti
* Aumento di peso e difficoltà a perderne * Allergie alimentari
* Perdita di energia, stanchezza * Sensibilità al glutine
* Problemi di digestione * Intolleranza al lattosio
* Mal di stomaco * Emorroidi
* Sindrome del colon irritabile * Irritabilità
* Sindrome dell'intestino permeabile * Gas e feci con odore
* Bruciore di stomaco * Raffreddori frequenti
* Mal di testa cronico * Eruzioni cutanee
* Cancro del colon * Diverticoli
* Malattia di crohn * Malattie psi
* aborti * infertilità

I problemi abbastanza ricorrenti che affliggono numerose persone nei nostri paesi industrializzati. Queste patologie possono risolversi più o meno facilmente con un programma di disintossicazione del colon, ed è ciò che sostengo in primis, prima di fare altro...

LA STITICHEZZA
Essere stitici significa che abbiamo difficoltà ad andare in bagno o che le feci sono poco frequenti, rispetto ai pasti che consumiamo, e visto che per la maggioranza delle persone mangiano 3 volte al giorno minimo, dovremmo, per ritenerci in buona salute andare in bagno 3 volte....ciò che non è proprio così per la più parte di noi. La stitichezza compromette la salute del corpo nel suo insieme, in quanto disturba la digestione, intralcia l'evacuazione delle tossine, abbassa l'energia e impedisce un'assorbimento efficace degli elementi nutritivi.
Una cattiva alimentazione contribuisce molto alla stitichezza, ma anche un cattivo funzionamento del fegato, alla proliferazione dei parassiti, alla Candida albicans, ad un disfunzionamento della tiroide, a delle carenze in elementi nutritivi come il magnesio o la vitamina C. Possiamo aggiungere alla lista le allergie e le intolleranze alimentari.

Prodotti a base di latte e i cereali raffinati possono provocare la stitichezza. Come pure lo stress ha un effetto negativo sul colon, come lo è per tutti gli organi. Ma un organismo e un colon "pulito" permette di gestire meglio e al meglio lo stress.
Per trattare la stitichezza, serve consumare un'alimentazione il più possibile Vitale e non trasformata, sufficiente vitamina C e magnesio, quest'ultimo é meglio assorbito tramite la pelle, bere acqua, fare esercizio fisiologico, relazioni in orizzontale e verticale nutrienti, sole, aria, respirazione, riposo. Quando puliamo il tratto intestinale la stitichezza si attenua e la perdita di peso diventa più facile. I succhi di verdura freschi sono molto utili, in quanto sono una risorsa di fibre solubili e benefiche per il colon.

ALCUNI SUGGERIMENTI SEMPLICI PER UNA BUONA DIGESTIONE

Fate parte di quelle persone molto occupate e che mangiate senza o poca consapevolezza di ciò e come lo ingerite?
Alcune persone sono talmente pressate che prendono appena il tempo di mangiare e stuzzicano molte persone sono talmente sempre di fretta che si permettono appena il tempo di mangiare e stuzzicare una piccola cosa senza nemmeno masticarla e la deglutiscono a colpi di enormi sorsate di bevande zuccherate e gasate, di the ghiacchiati o di acqua. Se vi ritrovate in questa descrizione, avrete sicuramente dovuto accorgervi che la vostra digestione non è la più ideale come lo poteva essere tempi or sono. Questo "modus operandi" può magari passare inosservato quando siamo giovani, ma più invecchiamo e più il sistema digestivo avrà difficoltà con un modo di vita stressato.
Il miglior modo per sentirsi meglio è di rallentare, di prendersi il tempo di respirare e di masticare correttamente. Non pensate più in modo "fast food", ma in modo "Slow food". Si, andiamo più lentamente dolcemente quando mangiamo almeno. Il pasto è un momento importante. Condividetelo con la vostra famiglia o con degli amici il più spesso possibile, sempre rispettando i vostri bisogni e tempi, anche perchè in compagnia si tende a mangiare più del necessario.....

La digestione inizia nella bocca. Mastichiamo gli alimenti per decomporli in particelle sempre più piccole sempre più piccole, ideale sarebbe arrivare a renderli quasi liquidi. La saliva contiene della ptialina e dell'amidasi, degli enzimi salivali intervengono nella digestione dell'amido e degli zuccheri lenti al momento della masticazione, e dunque l'azione si prolunga nello stomaco.
Altri enzimi agiscono sui batteri che possono trovarsi sugli alimenti, rappresentano cosi la prima linea di difesa contro gli invasori esterni
Se non prendiamo il tempo di masticare bene, ci dirigiamo verso numerosi problemi come l'indigestione, il riflusso gastrico-esofagico, la sindrome dell'intestino permeabile e la stitichezza.

Le nostre madri e le nostre nonne avevano ragione quando ci dicevano di masticare ogni boccone almeno venti trenta volte prima di inghiottire. Quando ingoiamo dei pezzi grossi, l'organismo è obbligato a produrre molti succhi gastrici, molto acidi, per finire il lavoro. Ora questo succo brucia le mucose fragili dell'intestino.
Non bevete durante il pasto e soprattutto evitare sempre i liquidi ghiacciati e troppo caldi, che nuocciono alla digestione.
Troppi liquidi diluiscono gli enzimi digestivi nella bocca e nello stomaco e gli alimenti non saranno ben digeriti. Lo stomaco contiene dell'acido cloridrico che agisce sulle proteine denaturandole e preparandole per la prossima tappa di digestione.
Contiene anche della peptina, un'enzima naturalmente presente nell'organismo e delle lipasi, enzimi che permettono la digestione dei grassi. Quando beviamo durante i pasti, gli enzimi non fanno correttamente il loro lavoro.
Il meglio sarebbe smettere di bere 30' prima dei pasti e dopo almeno 1 ora o più dopo i pasti.
Verso l'età dei 35 anni, la produzione di acido cloridrico diminuisce.

LA SOVRALIMENTAZIONE
Nella nostra società consumistica, la maggioranza di noi è abituata a mangiare troppo. Gli Americani loro sono programmati per mangiare, mangiare, mangiare e ancora mangiare, e questa sovra-alimentazione causa enormi problemi di salute. Una sovra-alimentazione anche con prodotti cosiddetti sani, comprime il sistema digestivo, e ci si ritrova con dei problemi di obesità, stitichezza, diarrea, ipertensione, diabete, ulcere ecc.

Numerosi studi hanno dimostrato che gli individui che consumano meno cibo vivono più a lungo e in miglior salute. Riducendo l'apporto, miglioriamo la nostra salute e rallentiamo il processo d'invecchiamento. Piccole porzioni o meglio imparare a percepire e sentire tramite i segnali del corpo che ci indicano quando per noi l'alimento che stiamo mangiando non è più idoneo. Così facendo facilitiamo una buona digestione, ma soprattutto rispettiamo i bisogni del corpo. Siamo abituati a pensare che l'arresto del corpo sia sentire il ventre o lo stomaco come si suol dire "pieno", nel preciso momento che sentiamo lo stomaco siamo già andati troppo oltre al nostro fabbisogno per cui anche la migliore delle mele, diventa in un certo qual modo tossica. Bisogna essere ancora più vigili quando mangiamo fuori casa. Non riempite troppo il vostro piatto quando siete davanti ad un buffet. Una regola semplice consiste nel mangiare la metà di ciò che mangiamo di solito.
Sarete sorpresi di vedere con che velocità il vostro corpo si adatterà facilmente. Il vostro girovita e non solo avranno i loro vantaggi!

CERCA OPERATORI OLISTICI

CALENDARIO EVENTI

Metodo Bates - Il residenziale invernale 2017

29 dic ÷ 03 gen 2017

Scopri

ULTIME FAQ

TERAPIA ANGELICA

Cristalloterapia Reiki Terapia Angelica e Carte degli Angeli

OTTIENI IL TUO PESO IDEALE E MANTIENILO SENZA DIETE STRETTE NE’ PRODOTTI MIRACOLO

Dieta G.I.F.T. Terapia antiaging Fototerapia BIOPTRON

Cromopuntura e risoluzione dei conflitti

Cromopuntura Naturopatia


Il Portale del Vivere Bene (1)
Tedaka (1)
Centro di Bionaturopatia "La Sorgente" di Mion Andrea
ALLARIA (1)
GeoLam